La “Giornata dei Calzini Spaiati” è una iniziativa nata per diffondere l’amicizia e l’accoglienza alla diversità. L’idea di dedicare una giornata a questi calzini dispettosi, era nata undici anni fa in una scuola primaria di Aquileia, in provincia di Udine, con lo scopo di sensibilizzare i più piccoli sull’autismo e su altre diversità.

Con il tempo l’idea nata in questa scuola friulana ha preso piede ed ora la giornata viene celebrata ogni anno, generalmente il primo venerdì di febbraio.

Anche i bambini della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria del Primo Compressivo “Aldo Moro- P. Virgilio Marone” hanno celebrato questa giornata con fantasia e creatività.

La ricorrenza di questa giornata può apparire bizzarra e divertente, in realtà cela un risvolto ben più serio e importante. Il calzino “spaiato” si presta a veicolare messaggi di amicizia e rispetto verso la diversità che ciascuno rappresenta: perché tutti siamo diversi. Tutti siamo calzini spaiati. Nessuno di noi è sovrapponibile, come una fotocopia fatta alla perfezione, con qualcun altro.

Calzini Spaiati non è un’iniziativa isolata, a sé stante, destinata a spegnersi nell’arco di una giornata scolastica; essa ha senso perché amplifica e rafforza il suo significato raccordandosi con altre giornate in corso: giornata contro il Bullismo ed il Cyberbullismo e la Giornata della Memoria.

Farfalle gialle, calzini di colori diversi e una cassetta delle lettere blu contro il bullismo: non sono elementi decorativi per la nostra Scuola ma strumenti per pensare e insegnare a pensare.